mercoledì 29 ottobre 2008

SPINETOLI/ BAMBINI DELL'ASILO UTILIZZATI A SPINETOLI PER I VOLANTINAGGI CONTRO LA GELMINI

di Guido Castelli*
SPINETOLI - Nella giornata di martedi i bambini della scuola materna di Spinetoli sono tornati a casa con un volantino che propagandava una iniziativa politica contro il Ministro della Pubblica Istruzione. Una bimba di cinque anni in particolare, appena tornata a casa, si è rivolta al padre dicendogli: “mi hanno detto che devi andare. E' per il mio bene”. I genitori della piccola, sconcertati, mi hanno segnalato questo “abuso politico” consegnandomi una copia del volantino. La manifestazione ( intitolata “quale futuro per i nostri figli”) è stata promossa dai gruppi di sinistra delle maggioranze PD che governano Castorano, Colli del Tronto e Spinetoli. Gruppi che hanno ritenuto, evidentemente, di dover ricorrere anche alla strumentalizzazione dei bimbi dell'asilo pur di alimentare il loro happening anti-Gelmini.Una volta si raccomandava ai bambini di non accettare le caramelle dagli sconosciuti. Ora, nella vallata del Tronto, bisogna estendere l'invito anche ai volantini che qualche debole di mente pensa di poter veicolare attraverso l'infanzia. E pensare che tra Pagliare e Spinetoli (paradosso dei paradossi) opera da tempo un corso di laurea in scienze della formazione di cui gli amministratori locali menano gran vanto. Se ne vantano ma, evidentemente, non ne frequentano i corsi se è vero che emulano gli amministratori della Corea del Nord che fanno sfilare i bambini sui carri armati nelle parate di regime. Del resto, la promiscuità tra politica e scuola a Pagliare non è una novità. Basti pensare che l'ultima Festa dell'Unità, a dispetto di ogni regolamento e norma, è stata celebrata all'intero di un plesso scolastico...Ogni commento è superfluo. Ritengo tuttavia mio dovere denunciare il caso di Spinetoli sia all'Ufficio scolastico provinciale che al Garante per l'Infanzia. Non penso che simili condotte vadano ignorate. Informerò anche il gruppo parlamentare del PDL per un'interrogazione in Parlamento. Un'ultima notazione vernicia di comico la condotta dei consiglieri coreani del PD Spinetolese: il volantino contiene pure degli errori in italiano (!).Non so se la scuola ipotizzata dalla Gelmini sia davvero la migliore. L'unica certezza è che quella frequentata illo tempore dai militanti PD di Pagliare del Tronto lasciava molto a desiderare.
* Consigliere regionale di Alleanza Nazionale

ASCOLI PICENO/ RIPRISTINATE ALCUNE AREE DI SOSTA A PAGAMENTO

ASCOLI PICENO - Con decorrenza dal 1° novembre prossimo, è ripristinata l’istituzione delle aree di sosta a pagamento nel territorio urbano (gestore ditta Saba Italia S.p.A.). L’ordinanza dirigenziale dispone il ripristino delle sotto indicate aree di sosta a pagamento esclusivo e misto con l’orario e le tariffe indicati nella specifica segnaletica verticale in:
- Via L. Castellano Sisto V;
- Via di Porta Torricella;
- V.le della Rimembranza;
- P.zza di Cecco;
- Via D. Angelini (con orario disposto con O. D. 10/2006);
- Via Alighieri;
- V.le De Gasperi;
- Via C. A. Vecchi;
- Via Pascoli (con orario previsto con O. D. 71/06);
- P.zza Matteotti;
- Via delle Terme;
- Viale Indipendenza-fontane Pilotti;
- Via Lucani;
- Via Stazione;
- Piazzale Stazione;
- Via Ponte Vecchio;
- Via di Porta Tufilla;
- Via Piave;
- V.le Vellei;
- Via Trebbiani (tratto modificato con O. D. 666/03).

Nelle suddette aree a pagamento, all’interno degli appositi spazi, potranno sostare, negli orari di funzionamento indicati dall’apposita segnaletica verticale, le autovetture che esporranno valido tagliando di pagamento emesso dai parcometri ivi esistenti. Al di fuori dei sopra indicati orari di funzionamento le autovetture potranno sostare, negli appositi spazi, senza pagare la tariffa oraria prevista dalla segnaletica. Potranno sostare, altresì, senza pagare la relativa tariffa oraria, laddove le zone a pagamento sono qualificate “miste”, esclusivamente le autovetture che espongono il regolare specifico permesso di sosta per residenti, rilasciato dal concessionario, indicante lo specifico “Settore”. La Saba Italia è incaricata di provvedere, nelle suddette aree di sosta a pagamento, di concerto con il Servizio Segnaletica del Comune, all’apposizione di segnaletica provvisoria di divieto di sosta con obbligo rimozione (48 ore prima dell’intervento), all’adeguamento della segnaletica stradale orizzontale e verticale con indicazione delle relative tariffe e degli orari già stabiliti con le specifiche Ordinanze dirigenziali d’istituzione e/o successive modifiche o integrazioni.

ASCOLI PICENO/ CAMBIA LA CIRCOLAZIONE IN VIA S. SERAFINO PER LA COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI

ASCOLI PICENO - Stante la necessità di assicurare una libera circolazione pedonale lungo Via S. Serafino da Montegranaro in occasione della ricorrenza della Commemorazione dei Defunti e in considerazione dell’efficacia dei provvedimenti di divieto e limitazione della circolazione adottati negli anni precedenti nelle giornate di maggior frequenza presso il Civico Cimitero, anche quest’anno è stato istituito in via S. Serafino da Montegranaro, tratto via Verdi – Cimitero, il divieto di circolazione per tutti i veicoli, ad eccezione dei taxi e bus autorizzati per i giorni e le ore di seguito indicati:
Venerdì 31 ottobre dalle ore 13.00 alle ore 18.00;
Sabato 1 novembre dalle ore 8.00 alle ore 18.00;
Domenica 2 novembre dalle ore 13.00 alle ore 18.00.

Con la stessa ordinanza (la n.484 del 28/10/2008) è stato istituito il divieto di circolazione (con esclusione dei mezzi Start e taxi) in Via Verdi nel tratto compreso fra l'incrocio con via Rossini e via Pergolesi. Apposito segnale di preavviso sarà collocato nell'intersezione con Via Bellini. Ed ancora è stato istituito il senso unico di marcia ovest-est, con esclusione dei mezzi Start, in Via Verdi nel tratto compreso tra via Rossini e via Bellini. L’ordinanza, inoltre, istituisce il divieto di circolazione veicolare in Via Vivaldi per tutti i veicoli (escluso i residenti della zona); il divieto di circolazione veicolare sulla corsia d’accesso in direzione via Vivaldi posta allo svincolo semaforizzato di via Bengasi; il divieto di sosta con rimozione forzata sul lato nord del piazzale antistante gli ingressi della parte vecchia del Cimitero e sul lato ovest del piazzale antistante l'ingresso dei nuovi lotti; il divieto di sosta con rimozione forzata sul lato sud di via Verdi nel tratto compreso fra via S.Serafino da Montegranaro e via Pergolesi. Infine è istituito il divieto di sosta, con rimozione forzata, lato sud in Via S.Serafino, nel tratto via Verdi - via Pergolesi, e il doppio senso di circolazione sul tratto di strada adducente alla Circonvallazione ovest onde permettere il transito da e per il parcheggio antistante l'ingresso della parte nuova del Civico Cimitero limitatamente ai posti disponibili. Detta istituzione comporterà la revoca della corsia preferenziale bus realizzata sulla predetta strada nonché il divieto di circolazione esteso a tutti i veicoli sul braccio di collegamento tra la medesima e Via S.Serafino da Montegranaro. E’ altresì autorizzata la svolta a sx sul tratto adducente alla Circonvallazione al fine di permettere ai mezzi della Start di raggiungere il parcheggio antistante il Cimitero. Da queste limitazioni sono esclusi i veicoli dei residenti in zona Caprignano e località limitrofe, dei proprietari di fondi rustici delle suddette zone, dei volontari della S. Vincenzo De Paoli, degli addetti al Civico Cimitero, dei Frati Cappuccini e dei fioristi e vivaisti della zona limitrofa al Cimitero.

martedì 28 ottobre 2008

CASTORANO/ COCCIA, FI: GRAZIE SINDACO PEZZA


di Sante Coccia (nella foto con Antonio Ricciotti a sinistra)*
CASTORANO - Devo fare i complimenti al sindaco Pezza ed alla sua Amministrazione per la ristrutturazione di piazza Roma. Questa piazza è un bel biglietto da visita per i turisti. Il mio partito non ha consiglieri comunali e quindi sarò io direttamente a fare al Sindaco una proposta: mettere il disco orario su tutta piazza Roma di trenta minuti. In questa piazza ci sono attività commerciali, il cittadino può parcheggiare la propria auto sia per prendere il caffè, sia per fare la spesa in macelleria, in farmacia, al genere alimentari o effettuare una spedizione all'ufficio postale. Non è giusto che i dipendenti comunali parcheggiano in piazza dalle ore otto del mattino fino alle ore quattordici occupando il posto che va a discapito delle attività commerciali, quanto invece il parcheggio pubblico è a pochi metri dal Comune e nei giorni festivi c'è il divieto di stosta su tutta la piazza. E' molto bello il nuovo monumento dei caduti situato in via P. C. Orazi, proprio vicino al Comune ed è anche altrettanto comoda la nuova tribunetta costruita all'interna della palestra comunale. Caro Sindaco, Forza Italia non ti ha mai ostacolato, ha cercato sempre una buona collaborazione, mi complimento con Te che hai sempre dimostrato la Tua disponibilità, non guardando mai al colore politico e per questo te ne dò merito perchè il Sindaco una volta eletto è il sindaco di tutti i cittadini. Ti ringrazio di nuovo e spero che Tu prendi atto della mia proposta per il benessere di tutta la collettività.

* Coordinatore comunale di Forza Italia nel Comune di Castorano

JUDO/ PANICCIA' E DE BERARDINIS TRA GLI AZZURRI A PARIGI PER LA COPPA DEL MONDO I PROSSIMI 22 E 23 NOVEMBRE

ASCOLI PICENO - Sette le coppie selezionate che rappresenteranno l’Italia per la Prima Coppa del Mondo di Kata di Judo che si terà a Parigi il prossimo 22 e 23 Novembre 2008. Tra queste, per la prova del Kime no kata, c’è l’affiatato duo ascolano composto da Giuseppe de Berardinis e Roberto Paniccià del Judo Cento Torri Ascoli Piceno, per la sesta volta in Azzurro. Per il Nage no kata, Alberto e Nicola Grandi del Friuli Venezia Giulia, due le coppie per il katame no kata, Elio Paparello e Nicola Ripandelli del Lazio, Stefano Proietti e Stefano Di Lello dell’Umbria, due per il Ju no kata, Ubaldo Volpi e Maurizio Calderini ancora del Lazio ed Ilaria Sozzi e Marta Frittoli della Lombardia, una, infine, per il Kodokan goshin jitsu, Daniele Mainenti ed Andrea Faccioli del Veneto. Il Capodelegazione sarà il Maestro Stefano Stefanel e ci saranno anche due arbitri internazionali, Giovanni Strazzeri della Sicilia e Gian Piero Gobbi della Lombardia.

VENAROTTA/ VA IN SCENA "OSTAGGI" DI FRANCESCO ELEUTERI


VENAROTTA - Lo spettacolo dal titolo “Ostaggi”, scritto e diretto da Francesco Eleuteri, ha debuttato in anteprima nazionale ad Ascoli Piceno nel dicembre 2007 inaugurando le speciali serate del caffè Meletti. Gli interpreti dell’opera sono, oltre allo stesso Eleuteri, l’attore Gianantonio Martinoni ed i musicisti Massimo Massimi e Stefano Maiorana. Le musiche originali sono composte dal maestro Massimo Massimi. Alla prima svoltasi nel capoluogo piceno hanno fatto seguito alcune date collocate nella prima parte del 2008 e allestite nella provincia di Roma (Pomezia, Aprilia, Albano, Frascati). Dal 30 settembre al 12 ottobre 2008 lo spettacolo “Ostaggi” è stato in scena a Roma presso il Teatro Sala Uno riscotendo un ottimo successo sia di pubblico sia di critica (recensioni più che positive su Republica, Corriere Della Sera, Messaggero, Latina Oggi ed altri). Visto l’ottima riuscita del lavoro teatrale in questione e vista anche la vicina tournee nazionale, che inizierà in Gennaio partendo da Ferrara, con la relativa necessità di mantenere lo spettacolo in prova l’autore e interprete (Eleuteri) ha voluto portare il proprio lavoro nei luoghi d’origine dei suoi genitori ovvero Montegallo, dove anch’egli risiede dal 2003. Non avendo il comune di Montegallo un teatro a disposizione l’attore ha trovato la disponibilità immediata del comune di Venarotta attraverso l’assessore Marianna Perotti e naturalmente il sindaco Sciamanna. Infatti, Venerdì 31 Ottobre e Sabato 1 Novembre lo spettacolo “Ostaggi” andrà in scena presso il Teatro Comunale di Venarotta alle ore 21. “Sono molto contento della soluzione trovata grazie all’ospitalità dell’amministrazione comunale di Venarotta” ha dichiarato Francesco Eleuteri “permettendo così l’allestimento dello spettacolo nel teatro più vicino al mio paese, Montegallo”. Il testo di “Ostaggi” tenta di mettere in scena l’elemento umano della “dipendenza”, in senso generale, e dunque il fatto che si è tutti ostaggi; di qualcosa o di qualcuno. Inoltre cerca di fornire una soluzione per giungere ad una condizione di libertà individuando l’unica via di fuga possibile nel “sapere”, nella “conoscenza”, nelle “informazioni”. La storia che viene raccontata accade proprio nel teatro in cui lo spettacolo va in scena ed il pubblico ne fa parte. Infatti, l’attore che ha appena iniziato la sua performance viene interrotto da un gangster che prende in ostaggio sia l’artista, sia tutto il pubblico presente. Il sequestratore è accompagnato da due pericolosi e strani killer che hanno l’hobby della musica e che casualmente trovano due strumenti in scena. Si comprende fin da subito che il criminale non è interessato al denaro dei presenti e non ha nessun fine terroristico, le motivazioni si capiranno durante la vicenda ma ciò che sarà chiaro immediatamente riguarderà il fatto che si tratta di un bandito atipico: un po’ comico, un po’ socialmente impegnato e un po’ spietato. L’attore dal canto suo rappresenta la visione comune e dunque l’immedesimazione iniziale del pubblico avverrà nei suoi confronti. Egli contrappone all’aggressività e alla violenza del gangster il buonsenso. Ma è proprio quest’ultimo che verrà messo in discussione al termine dello spettacolo; risultando forse troppo superficiale e omologato.

ASCOLI PICENO/ SEMINARIO SU SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO DI PMI MARCHE


ASCOLI PICENO – Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza, nonché la novità critica e soluzioni del D.Lgs 81/08, il prossimo giovedì 6 Novembre sarà l’occasione di un seminario a partecipazione gratuita presso la Sala Docens del Consorzio Universitario Piceno in Via XX Settembre ad Ascoli Piceno. A promuoverlo ed organizzarlo sono Pmi Marche, associazione piccole e medie imprese delle Marche e la società Omega II. Il programma prevede l’inizio del seminario alle ore 9 con l’iscrizione partecipanti. Seguiranno i saluti del dottor Andrea Calvaresi, direttore regionale di Pmi Marche. Dopo i slauti la parola passerà per l’introduzione a Giuseppe Annibballi dell’Omega II. Ad entrare nel vivo della trattazione con la relazione su “Testo Unico struttura e sostanziali novità” sarà Luca De Marco, sarà quindi la volta della dottoressa Graziella Poncipé con “Vantaggi economici”. Dopo il coffé break si approfondirà “La formazione: Strumento per il miglioramento della sicurezza all’interno dell’azienda” con l’ingegner Paolo Filiali, poi saranno affrontati gli “Aspetti penali e amministrativi del nuovo T.U.” dal dottor Pierluigi Petritola, quindi spazio alle discussioni ed interventi dei partecipanti. La chiusura dei lavori è prevista per le ore 12 ed a tutti gli intervenuti sarà rilasciato l’attestato di partecipazione al seminario. Informazioni e prenotazioni presso la Direzione Regionale di Pmi Marche in Frazione Villa S. Antonio c/o Cit ad Ascoli Piceno, telefono e fax 0736813284, mobile 3291097391 e 3881484582, www.pmimarche.org e mail pmimarche@email.it.

domenica 26 ottobre 2008

ASCOLI PICENO/ DE BERARDINIS E' L'UNICO MAESTRO DI JUDO IN CITTA'


ASCOLI PICENO - Ancora un riconoscimento per il Judo Cento Torri Ascoli Piceno. Il dottor Giuseppe de Berardinis, azzurro di judo ed insegnante tecnico del noto Club ascolano acquisisce la qualifica a Maestro superando l’esame finale del LXIV° Corso nazionale maestro tenuto presso il Centro olimpico federale di Ostia dal 15 al 20 Settembre 2008. A darne comunicazione ufficiale è la nota della Federazione pervenuta lo scorso 21 ottobre. Nella Provincia di Ascoli Piceno allo stato attuale dei tesseramenti Fijlkam ha la qualifica di Maestro per il 2009 nel judo oltre a Giuseppe de Berardinis solo Franco Aloia del Judo Club Kodokan di S. Benedetto del Tronto. Per il karatè la qualifica è a solo appannaggio di Costantino Brandozzi ed Enzo Lori del Karatè Club Ascoli Piceno e Graziano Ciotti del Karate Wadokai di Offida. La Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali è una Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Gli sport controllati dalla Fijlkam sono sport praticati a livello dilettantistico, in armonia con le direttive e gli indirizzi delle rispettive Federazioni Internazionali e delle deliberazioni ed indirizzi dell’organizzare, disciplinare e diffondere gli sport ad essa affiliati. La Fijlkam oltre ad occuparsi di formare e preparare le squadre nazionali per la partecipazione alle principali Competizioni Internazionali prima fra tutte le Olimpiadi (Judo e Lotta), ha sempre curato la crescita, la formazione e l’aggiornamento degli Insegnanti Tecnici, degli Ufficiali di gara e dei Dirigenti, di tutti i suoi settori con stage, seminari e corsi di qualificazione che organizza direttamente. Anche la Scuola dello Sport del Coni, con sede nel Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa sviluppa attività e competenze nel campo della formazione per le diverse tipologie di operatori del mondo dello sport con corsi di formazione, aggiornamento e specializzazione in stretto rapporto di collaborazione con le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Associate e varie Istituzioni ed Università a livello Nazionale ed Internazionale. Al Corso Nazionale per Maestri si può accedere solo dopo aver superato il 40° ano di età, avere il grado minimo di 4°dan ed essere in possesso ella qualifica di Istruttore da almeno quattro anni. I Corsi Nazionali sono di solito riservati a non più di 25 corsisiti per ognuna delle singole specialità, la selezione avviene in base ai meriti, risultati sportivi, incarichi acquisiti negli anni. La qualifica di Maestro rappresenta il gradino più elevato che un insegnante tecnico possa acquisire per corso ed esame a livello Federale.

GROTTAMMARE/ E' ATTIVO IL CONSOLATO ARGENTINO ITINERANTE

GROTTAMMARE - L’Associazione Casa Argentina Latinoamericana-Marche informa che è attivo a Grottammare il Consolato Argentino Itinerante. Scopo di tale iniziativa è quello di facilitare lo svolgimento delle pratiche a tutti gli argentini residenti nelle Marche e, a tal fine, il Consolato Generale di Roma riceverà gli interessati presso la sede del comune di Grottammare. Per poter usufruire del servizio è necessario prendere appuntamento al numero 3402583695. La presenza del consolato itinerante nel territorio marchigiano dipenderà dalla quantità di pratiche trattate.

sabato 25 ottobre 2008

BASKET/ LA CESTISTICA ASCOLI CORSARA A MORROVALLE

ASCOLI PICENO - La Cestistica Ascoli in otto atleti, con forte rappresentanza del settore giovanile, ha dominato l'intero incontro contro un Morrovalle coriaceo e sicura equipe da vertice di classifica, imponendosi alla fine per 75 a 70. Gli ascolani, tuttavia, dispongono di due americani ben integrati: Williams, uomo da sotto-canestro, e Farley, media punti oltre 40 a partita. Nelle 4 giornate ha totalizzato nell'ordine punti: 38, 42, 46, 37. Nel primo quarto la compagine ascolana, che lamenta due sconfite (con P.to S.Giorgio ed Amandola) di misura e con contestazione agli arbitri, ha maturato un vantaggio di 9 punti (25-16) che ha mantenuto fino a pochi minuti dal termine, quando il Morrovalle si è portato a - 1. L'abilità individuale di Farey ha permesso nei pochi secondi di ristabilire la distanza vincente di + 5. Gara bellissima, combattuta, di pregevoli schemi tattici con gli atleti che hanno evidenziato doti di sportività e far play. Nel Morrovalle potente è stata la spinta di Moretti (16 p.) e di Cartucci (26 p.), mentre nella Cestistica il merito va al quintetto che ha giocato per intero i 40 minuti: il giovane Mariani (7 p.), Caputo (7), Emili (6), Williams (18 ), Farley ( 37 ). Solo qualche minuto per Silla, ottimo combattente difensivo , e per i giovanissimi De Angelis e Antonucci. Se la Cestistica troverà la soluzione di un discreto play, allora sarà una squadra particolarmente competitiva, come lo è il Morrovalle. Buona la prestazione dell'arbitro Longhi, mentre un pò fiscale e casalinga quella di Paciaroni.

giovedì 16 ottobre 2008

SAN BENEDETTO DEL TRONTO/ UN MARITOZZO AL CIOCCOLATO DI 200 METRI


SAN BENEDETTO DEL TRONTO - Nei giorni scorsi a San Benedetto del Tronto, in occasione della festa del patrono, hanno avuto luogo in pieno centro storico una serie di manifestazioni di carattere gastronomico. Tra queste ha riscosso particolare successo quella realizzata dall’Apa, l’Associazione panificatori artigiani di Ascoli Piceno presieduti dal campione del Mondo di panificazione, Settimio Tassotti. Tassotti insieme ai suoi più stretti collaboratori ha realizzato una carrellata di prodotti di panificazione tra cui un maritozzo farcito di cioccolato lungo ben 200 mETRI. Di grande rilievo anche l’iniziativa degli chef della Federazione Italiana Cuochi di Ascoli Piceno, presieduta da Alessandro D’Addazio, che oltre a realizzare prodotti gastronomici hanno compiuto una serie di lavori artistici tra cui delle magnifiche sculture di ghiaccio, decorazioni di cioccolato, zucchero e verdure, in cui maestri di grande levatura come Leo Mecozzi, Mauro Michetti e Federica Giorgi hanno dato vita ampiamente al loro talento eseguendo delle vere e proprie opere d’arte. Inoltre siccome lo scorso 13 ottobre ricorreva anche la festa del cuoco con il suo patrono, San Francesco Caracciolo, per l’occasione tutte le delegazioni provinciali della Federcuochi della regione Marche ha presentato un piatto, poi venduto al pubblico ed il ricavato devoluto in beneficenza alla Lega del Filo d’Oro.

ASCOLI PICENO/ CANZIAN:"C'E' UNA VOGLIA PRURIGINOSA DI PORRE LA PROVINCIA CONTRO IL COMUNE"

di ANTONIO CANZIAN
ASCOLI PICENO - Capisco che ci sia una voglia quasi pruriginosa di porre la Provincia contro il comune di Ascoli, voglia che probabilmente aumenterà ancor più man mano che ci avviciniamo alle elezioni amministrative del prossimo anno. Risulta, almeno per me, ormai molto noioso ricordare il comportamento di estrema correttezza che sempre abbiamo assunto nei confronti di tutte, e sottolineo tutte, le Amministrazioni comunali del nostro territorio. Relativamente al Contratto di quartiere di Monticelli, è stata avanzata, com’è quasi normale che avvenga in queste situazioni, una richiesta di integrazioni e chiarimenti su alcuni aspetti relativi, in particolare, alla previsione del complesso commerciale e direzionale per circa 45.000 metri cubi antistante l’ospedale “Mazzoni”, peraltro già stralciata nel 1992 e che è stata riproposta senza gli elementi di dettaglio di un Piano Particolareggiato (viabilità, inserimento urbanistico ed ambientale, relazione con le aree limitrofe, ecc.) che sono indispensabili per esprimere il parere di conformità. Sono stati inoltre richiesti altri chiarimenti in ordine, tra l’altro, alla Valutazione Ambientale Strategica come previsto dalla recente normativa nazionale e regionale. Di queste problematiche, peraltro, il Comune era da tempo informato poiché l’11 settembre scorso si era svolto un confronto a tale proposito con i tecnici del Comune. Ricordo inoltre che, per quanto riguarda gli altri interventi tra cui il centro Alzheimer, gli alloggi ERP, la pista ciclabile ed altri, abbiamo già espresso e comunicato il parere favorevole di conformità.
*Assessore della Provincia di Ascoli Piceno all’urbanistica

mercoledì 15 ottobre 2008

ASCOLI PICENO/ IL CLUB 41 A LEZIONE DI EXTRA VERGINE DI OLIVA


ASCOLI PICENO – Questo venerdì 17 ottobre 2008 al Club 41 di Ascoli Piceno va di scena l’olio extra vergine d’oliva. Anche quest’anno i membri del noto club ascolano presieduto da Paolo Nespeca, noto ingegnere ed imprenditore edile di Offida, hanno organizzato la tradizionale serata presso il celebre frantoio della Famiglia Fratoni (Domenico, Giovacchino e papà Emidio) in frazione Brecciarolo. Relatore della serata che prenderà il via alle ore 19.30, è Tiziano Aleandri, delegato provinciale dell’Olea, l’Organizzazione Laboratori Esperti Assaggiatori, presidente dell’Aprol, Associazione Produttori Olivicoli, nonché affermato imprenditore agricolo e ristoratore anche lui offidano come il presidente Nespeca. Aleandri guiderà anche una degustazione con analisi sensoriale su vati tipi d’olio. Negli anni passati nel ruolo di Aleandri si sono succeduti sempre illustri personaggi del calibro dei professori Carlo Cambi (docente universitario e giornalista nonché l’inventore della guida gastronomica più venduta in Italia, Il Gambero Rozzo), Caramia (illustre medico di fama internazionale, già primario di pediatria al Salesi di Ancona) e Leonardo Seghetti (docente, tra i maggiori esperti d’olio del nostro territorio e tra i padri della prima dop d’Italia sull’oliva, quella di Loreto Aprutino). Alla serata sono attesi tutti i vertici del noto Club piceno, dal past president, il commerciante Giampietro Cesari, il presidente nazionale Diego Giacoboni, il segretario nazionale Valerio Borzacchini, il consigliere Paolo Santaniello, il vicepresidente Fabio Petroni, il segretario Alessandro Michelangeli Prosperi, il tesoriere Domenico Fratoni, l’iro Maurizio Franchi, i consiglieri Nerio Castellano, Pasqualino Del Bello, Lello Di Sabatino, Walter Gibellieri, Sergio Moretti e Mario Villi, oltre a tutti gli altri Tabler a partire dall’ultimo arrivato Domenico Vannicola e proseguendo con i vari Gianluca Gregori, Fioravante Di Sabatino, Massimo Mancini, Guido Mariani, Enrico Pellegrino, Pierluigi Pienotti, Raffaele Pomella, Ermanno Ruffini, Gianfranco Sistelli ed Alessandro Tassoni. Invito formale a partecipare a questo primo appuntamento del nuovo corso del Club 41 è stato rivolto anche ai soci della Round Table 27, presieduta dal sempre più emergente imprenditore, Gianluca Tondi.

UPI/ ROSSI: "CONSORZI ED ATO MOLTIPLICANO I COSTI DELLA POLITICA, LE PROVINCE NO"


ASCOLI PICENO - Ha riscosso un grande successo la relazione del presidente della Provincia Massimo Rossi sul codice delle autonomie locali, ovvero la riforma che dovrà ridisegnare ruoli e competenze degli enti locali italiani, pronunciata durante l’assemblea generale delle Province in corso di svolgimento a Torino sul tema “Le Province: la strada per il futuro attraverso il cuore del Paese”. All’assemblea erano presenti anche l’assessore all’Edilizia scolastica e ai Trasporti Ubaldo Maroni che è membro del direttivo nazionale UPI, il presidente del consiglio provinciale Giulio Saccuti, la vicepresidente Cinzia Peroni ed i consiglieri Lucio Ventura e Domenico Re. Dinanzi all’assemblea plenaria dei rappresentati delle Province italiane, al senatore Michelino Davico, sottosegretario del Ministero dell’Interno e al senatore Carlo Vizzini, presidente della commissione Affari Costituzionali del Senato, Massimo Rossi, in qualità di vicepresidente nazionale UPI, ha svolto un’analisi sul disegno di riforma soffermandosi in particolare sull’insostituibile ruolo delle Province sia nella funzione di coordinamento d’area vasta sia in quella di sostegno soprattutto ai piccoli Comuni. “Il territorio va visto e governato nella sua unitarietà ed organicità – ha affermato Massimo Rossi - su una dimensione in grado di contenere e condensare, come direbbe De Rita, una massa critica di risorse uniformi e complementari allo stesso tempo, una dimensione che storicamente, non per caso, ha dato vita nel nostro Paese alle Province”. Il presidente Rossi ha parlato anche del ruolo fondamentale che le Province svolgono nel sistema delle autonomie razionalizzando un sistema “devastato dall'esistenza di quella miriade d’organismi, agenzie, ATO, consorzi ed enti di secondo grado, proliferati in questi anni al di fuori dei livelli di governo individuati dal titolo V della Costituzione, non allo scopo della gestione associata di servizi (cosa che sarebbe ancorché virtuosa), ma con l'intento di disgregare la governance organica del territorio e delle sue risorse moltiplicando, questi si, i posti ed i costi della politica”. L’interesse per l’attività svolta nella Provincia di Ascoli si è estesa anche alle procedure adottate per la stabilizzazione del personale precario. Infatti, un gruppo di lavoratori a tempo determinato dipendenti della Provincia di Torino ha distribuito all’ingresso della sala dei lavori un volantino che, “prendendo ad esempio quanto fatto dalla Provincia di Ascoli Piceno chiede di attuare un analogo percorso nella realtà della provincia torinese”. Una delegazione di questi lavoratori ha poi chiesto e ottenuto un colloquio con il presidente Rossi per discutere e comprendere meglio i passaggi che hanno portato alla stabilizzazione dei lavoratori.

ASCOLI PICENO/ CONTRIBUTI PER LE AZIENDE CHE ASSUMONO PERSONE SVANTAGGIATE

ASCOLI PICENO - Torna il progetto P.A.R.I. (Programma d’Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati) promosso e finanziato dal Ministero del Lavoro e dalla Regione Marche con il supporto di Italia Lavoro con l’obiettivo di stabilizzare e inserire nel mondo della produzione, attraverso azioni di sostegno, incentivazione e formazione, lavoratori appartenenti a categorie di lavoratori svantaggiati. Da quest’anno l’intero processo di gestione del programma è affidato alle Province cui la Regione Marche ha trasferito i relativi finanziamenti. Per quella di Ascoli Piceno, che ha emanato un apposito avviso pubblico, sono disponibili 119 contributi, del valore di 5.000 euro ciascuno, destinati alle imprese, con sede legale o unità operativa nel territorio marchigiano, che assumeranno a tempo indeterminato persone rientranti nelle categorie individuate dal programma PARI. Per l’esattezza sono disponibili: 51 contributi per l’assunzione di lavoratori che già operano nell’azienda con contratti di lavoro a progetto (Co.Co.Pro.) della durata minima di 12 mesi negli ultimi due anni; 51 contributi per l’assunzione di lavoratori svantaggiati (in questa categoria rientrano, tra gli altri, lavoratori in mobilità da almeno un anno, disoccupati di lunga durata, ultracinquantenni disoccupati, ex detenuti, disabili, vittime di tratta); 17 contributi per l’assunzione di soggetti svantaggiati (tra cui invalidi, soggetti in trattamento psichiatrico, tossicodipendenti, alcolisti, minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, detenuti) che hanno lavorato nelle cooperative sociali ma non lavorino da almeno sei mesi. Le aziende interessate dovranno presentare la domanda entro il 22 novembre ad uno dei tre Centri per l’Impiego di Ascoli, Fermo e S. Benedetto e, per beneficiare del contributo, dovranno assumere la persona o le persone individuate previa comunicazione di ammissione al beneficio da parte della Provincia e comunque entro il successivo 30 novembre. Il testo integrale del bando e la modulistica sono disponibili sul sito del Servizio Politiche Attive del Lavoro della Provincia all’indirizzo http://www.provincia.ap.it/cpi/.

ASCOLI PICENO/ STORM UBIQUE BASKET: FALCIANI PRESIDENTE, VITELLI COACH

ASCOLI PICENO - Grandi cambiamenti in casa Storm Ubique. Dopo un decennio passato a curare meticolosamente gli aspetti gestionali, lo storico Presidente Egidio Vitelli ha rassegnato le dimissioni e proponendosi in prima linea per curare gli aspetti tecnico tattici. Forte della positiva recente esperienza di un corso di qualifica di “tecnico regionale”, Vitelli ha espresso il desiderio di mettersi in luce come coach della “sua” formazione. Il Consiglio Direttivo, riunitosi la scorsa settimana, ha accolto le dimissioni anche per evitare possibili incongruenze tra le cariche: «Abbiamo avuto già l'esempio importante di un Presidente operaio - ha affermato Vitelli -; lungi da me identificarmi in cotanta persona. Quanto mi accingo a fare è un desiderio che coltivavo da anni, e che finalmente, dopo l’ottenimento del patentino, posso esaudire grazie all’avallo dei miei amici Stormentieri». Il Cda ha già identificato il successore alla massima carica dirigenziale nell’avvocato Giuseppe “Cech” Falciani, già tesserato per il sodalizio ascolano, che da trent'anni calca i campi della pallacanestro locale. Falciani, raggiunto in audio-conferenza dal Cda riunito, ha inizialmente accolto la proposta con stupore, ma ha accettato con entusiasmo l’incarico, forte della passione che da sempre lo contraddistingue. Questo il nuovo organigramma della società: presidente Giuseppe Falciani, dirigente responsabile Massimo Crementi, consiglieri Riccardo Morganti, Andrea Morganti, Egidio Vitelli, consulente psicologo Giovanni Morganti. Ma è già tempo di pensare al campionato. La Storm Ubique Basket, infatti, anche quest’anno dà la possibilità agli appassionati di pallacanestro di continuare a giocare nonostante la non più giovane età ed i numerosi impegni di famiglia e lavoro che ormai caratterizzano tutta la società moderna. «Siamo l’unica società ascolana - afferma Max Crementi - che, vuoi per non sufficiente atleticità o tecnica, vuoi per mancanza di tempo per allenarsi con una certa costanza, accoglie tutti i semplici appassionati di questa disciplina, consentendo un sano svago in buona compagnia. Siamo appena una due categorie sotto le altre due più "blasonate” squadre locali ma molto orgogliosi di quanto facciamo da tre lustri (ricordiamo anche una promozione in serie D poi rifiutata), per puro spirito ludico. A riprova del buon lavoro svolto - conclude il dirigente - c'è anche il fatto che riceviamo richieste di tesseramento da appassionati residenti fuori le mura (P.S. Elpidio, San Benedetto e Grottammare)». Il campionato di promozione maschile cui la Storm Ubique è iscritta, inizierà venerdì prossimo, 17 ottobre, alle ore 21,45 con un incontro casalingo presso la rinnovata Palestra Polivalente contro la formazione di Monte Urano.

martedì 7 ottobre 2008

AGRICOLTURA/ GOBBI: "QUELLA DI AGOSTINI E' PURA POLEMICA POLITICA"

di OLIMPIA GOBBI*
ASCOLI PICENO - Quando la polemica politica si scatena a testa bassa con il solo scopo di screditare le persone e il loro lavoro, il rischio è quello di incorrere in infortuni clamorosi che, mi auguro, siano dettati solo da questa foga. Non posso, infatti, pensare che l’onorevole Agostini, con lungo impegno di assessore regionale all’agricoltura, nato in una terra a vocazione fortemente agricola che giustamente tiene a valorizzare la memoria contadina, non abbia mai sentito parlare di “mezzadria grassa”. Chi ha avuto modo di leggere qualche pagina di storia socio-economica sa che con quell’aggettivo si indicano le aree più solide del sistema mezzadrile, caratterizzate da poderi estesi e meglio dotati di forza lavoro umana ed animale: ed è appunto quanto distingue la storia agraria della Vallata rispetto ad altri contesti locali, alto-collinari e pedemontani. E’ evidente dunque che ho utilizzato quell’espressione nell’ambito di un dibattito sulla crisi attuale del Piceno e sulle sue prospettive di sviluppo semplicemente per sottolineare la qualità storica dell’agricoltura della Valle del Tronto. Scartata dunque l’ignoranza sul tema, non resta che pensare che il deputato abbia caricato il termine di un significato negativo per pura polemica politica.
*Assessore provinciale alla cultura

ASCOLI PICENO/ INCENDI BOSCHIVI: OLTRE UN MILIONE DALLA PROTEZIONE CIVILE

ASCOLI PICENO - Buone notizie per quei cittadini che hanno subito danni dagli incendi dello scorso anno. In una nota inviata al sindaco Piero Celani, la Regione Marche ha, infatti, comunicato che il Dipartimento della Protezione Civile ha messo a disposizione oltre un milione di euro (€ 1.382.703,00) per la liquidazione a favore dei privati cittadini dei danni causati dagli incendi boschivi che interessarono parte del nostro territorio comunale. Va a buon fine, quindi, il lavoro portato avanti dal sindaco Piero Celani che si era subito attivato presso il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, il Sottosegretario di Stato Guido Bertolaso, e la Regione Marche perché fossero stanziate delle provvidenze a favore di quanti avevano avuto danni dagli incendi.

PROVINCIA DI ASCOLI/ PETRELLI (DCA): CRISI STRISCIANTE PER GUERRA TRA 'BANDE'

ASCOLI PICENO – “C'è una guerra tra ‘bande’ all'interno della maggioranza che tra non molto farà una vittima: il governo della provincia. E' un Amministrazione senza più nessuna prospettiva se non quella di far male a se stessa e, soprattutto, al nostro Territorio”. Lo dichiara il vicesegretario provinciale della Democrazia Cristiana per le Autonomie, Francesco Petrelli, a seguito della nota del presidente della Provincia, Massimo Rossi, in merito alla situazione politico amministrativa. “E' una maggioranza schizofrenica che si accontenta di un giorno di gloria per vivere poi settimane di inferno. Vota per se stessa e, nel contempo, si recapita l'avviso di sfratto”. Aggiunge l’esponente della Dca-Pdl, secondo il quale “è oramai chiaro che la stagione di Rossi al governo è giunta al capolinea”. “E' una maggioranza allo sbando– ancora il politico che fa capo al Ministro del Governo Berlusconi, Gianfranco Rotondi -, che non riesce a trovare la quadra, col grosso rischio di collassare ancora di più il sistema e di lasciare senza prospettiva le future generazioni”. “Quella di Rossi – prosegue - è una maggioranza sballottata di qua e di là dagli stessi partiti del centrosinistra, che sono al tutti contro tutti. Il governo è debole, il sistema-provincia ne sta risentendo e tutti i segnali vanno contro un’amministrazione che da inizio legislatura altro non ha fatto che vivacchiare. Il giocattolo è nato difettoso, si è definitivamente rotto. sono I contrasti di questi giorni ne sono l’ennesima riprova”.

LEOPOLDO ELIA/ MARTINOTTI (DCA-PDL MARCHE): SCOMPARE UN MAESTRO

FANO –“Ricordiamo con emozione Leopoldo Elia, fanese, presidente emerito della Corte Costituzionale con le parole del nostro segretario nazionale, nonché per l'Attuazione del Programma, Gianfranco Rotondi: “collega nel primo e unico gruppo parlamentare popolare, maestro con cui era possibile dissentire ricevendone egualmente una lezione”. A parlare in nome della Segreteria regionale della Democrazia Cristiana per le Autonomie è il coordinatore regionale, Silvano Martinotti. “Accanto ai numerosi incarichi in veste di giurista – ricorda Martinotti -, Elia ha avuto anche un ruolo nella politica italiana: dopo essere stato stretto collaboratore di Aldo Moro, nel 1986 entrò nella direzione nazionale della Dc e nel 1987 è stato eletto al Senato. Il suo impegno politico è poi proseguito nel Ppi e nella Margherita, con un seggio in Parlamento fino al 2006. Nel governo Ciampi, nel 1993, è stato ministro delle riforme istituzionali. Fra l'altro, ha presieduto la Commissione affari costituzionali di palazzo Madama e ha fatto parte della Bicamerale per le riforme”.

lunedì 6 ottobre 2008

ASCOLI P./ ROSSI (RC): PD INTERESSATO ALLE POSIZIONI PERSONALI DA RAGGIUNGERE

di MASSIMO ROSSI
ASCOLI PICENO - Le accuse e gli attacchi rivolti a me e ad altri componenti della mia Giunta da esponenti del PD sono assolutamente inaccettabili non soltanto dal punto di vista politico ma anche da quello etico. Pur di cercare di giustificare un’irresponsabile rottura preordinata per altri fini, si falsificano fatti e dati ben noti e ci si rimangia posizioni già assunte in piena condivisione. Di fronte a tutto ciò, il dubbio lacerante che mi assale in queste ore è se si debbano buttare all’aria tutto il gran lavoro svolto e gli interessi del territorio proprio quando sono in vista alcuni importantissimi traguardi, o se accettare di continuare a condividere un’esperienza amministrativa con chi oramai dimostra di non essere interessato alle cose da fare per la comunità locale ma alle posizioni personali da raggiungere. Chiunque abbia un minimo di senso di responsabilità non può non rendersi conto cosa possa significare abbandonare l’azione di governo in un momento di crisi come questo, lasciando per almeno otto mesi la Provincia senza una guida, proprio quando s’intravede il raggiungimento d’obiettivi che possono rappresentare una svolta per il futuro di questo territorio. Ne cito solo alcuni: l’acquisizione di consistenti risorse per la riconversione dell’Sgl Carbon; la ripartizione dei fondi europei Fers per lo sviluppo locale destinati alla valorizzazione delle risorse culturali e naturali del territorio; la destinazione dei fondi Fas regionali (sia quelli assegnati alla Provincia per l’elettrificazione della Ascoli Porto d’Ascoli, il sottopasso di S. Benedetto e la Mezzina a Fermo, sia la quota di competenza regionale); la gestione del protocollo d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico per il rilancio industriale del Piceno, con la possibilità di accedere ad importantissimi canali di finanziamento come quelli di “Programma Industria 2015” e della Finanziaria 2008. L’Accordo di Programma Quadro (Apq) relativo alla bretella di S. Benedetto ed al Polo logistico della bassa Valle del Tronto; l’istituzione del Parco marino del Piceno; l’avvio d’investimenti pubblici e privati per un importo complessivo di oltre 35 milioni di euro in campo turistico, termale ed energetico nelle zone montane con importanti ricadute occupazionali; la seconda fase della stabilizzazione del personale precario dell’Ente. Sono tutti progetti concreti, su cui abbiamo lavorato per anni, che abbiamo messo a punto grazie al confronto costante con tutti i soggetti interessati, dagli imprenditori ai Sindaci, dai sindacati alle Università. E’ proprio grazie alla forza che viene dal consenso del territorio che questi progetti si stanno realizzando. E’ giusto arrendersi ora perché c’è chi ha deciso, sulla base di un disegno preordinato, di tirare la corda sperando che si spezzi e che il moncone resti in mano agli altri? Oltretutto l’interruzione della nostra esperienza comporterebbe effetti drammatici sulle due nuove Province la cui nascita, definita per legge nel 2004, è inarrestabile e avverrà comunque con le elezioni della primavera prossima. Senza le delibere di Giunta, il patrimonio, compresi gli edifici scolastici, le strade e le sedi resterà indiviso, con tutte le conseguenze per la loro manutenzione e gestione. Per non parlare del personale che, qualora non trasferito, farebbe immediatamente saltare l’equilibrio del bilancio della nuova Provincia di Ascoli oppure potrebbe essere trasferito d’ufficio senza le dovute tutele e concertazioni. Mi rivolgo dunque al territorio, agli amministratori dei Comuni, alle associazioni degli imprenditori, degli artigiani, degli agricoltori, ai lavoratori dipendenti, ai centri di ricerca, alle donne e agli uomini che ci hanno seguiti e sostenuti in questi anni difficili ma entusiasmanti, che hanno assaporato con noi la soddisfazione di veder realizzate, o prossime alla realizzazione, tante belle idee che molti, quattro anni fa, bollavano come utopie. Chiedo a tutti di esprimersi scrivendomi (massimo.rossi@provincia.ap.it) o prendendo pubbliche posizioni nelle forme che si riterranno più congrue: ogni riflessione potrà aiutarmi a compiere la scelta giusta, anche se sono conscio che quest’ultima avverrà nella dolorosa consapevolezza che nulla potrà più essere come prima.
*Presidente della Provincia di Ascoli Piceno

ASCOLI PICENO/ IL 12 NOVEMBRE SCADONO LE DOMANDE PER DIVENTARE CONSULENTE NELLA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO

ASCOLI PICENO - La Provincia informa che scadranno mercoledì 12 novembre le domande per sostenere l’esame per il conseguimento dell’idoneità professionale all’attività di consulenza automobilistica. La prova scritta si terrà invece lunedì 15 dicembre, alle ore 9,30, presso gli uffici della Motorizzazione Civile, in zona Basso Marino, ad Ascoli Piceno. Il consulente automobilistico è una figura professionale importante, chiamato a venire incontro alle necessità della cittadinanza non solo nell’effettuare le principali pratiche relative alla circolazione d’ogni mezzo di trasporto, ma anche nel disbrigare questioni burocratiche e amministrative in contatto diretto con gli uffici del P.R.A. (Pubblico Ufficio Automobilistico), della Motorizzazione civile e del Servizio Trasporti della Provincia. Possono iscriversi alla sessione d’esame tutti cittadini maggiorenni, anche non residenti nel territorio provinciale, che abbiano conseguito un diploma d’istruzione di 2° grado, che non abbiano riportato condanne penali e che non abbiano preso parte, nell’anno precedente, ad un identico esame presso altra provincia italiana. E’ importante ricordare che il numero d’agenzie di consulenza è contingentato a livello provinciale quindi ogni interessato dovrà verificare prima la disponibilità sul territorio rivolgendosi agli uffici del Servizio Trasporti della Provincia. Le domande d’iscrizione, corredate da un versamento di 50 euro per le spese d’istruttoria, potranno essere consegnate o a mano presso il protocollo del “Servizio Autorizzazioni, Controlli tecnici e amministrativi - Sistema Trasporti” (Via Ruffini, 9 Ascoli Piceno) o presso il protocollo dell’Ente (Piazza Simonetti, 36 Ascoli Piceno), oppure a mezzo raccomandata inviata a: “Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno – Servizio Autorizzazioni, Controlli Tecnici e Amministrativi – Sistema Trasporti- Piazza Simonetti, 36, - 63100 Ascoli Piceno”. Per qualsiasi informazione o chiarimenti è possibile contattare il Servizio Trasporti - segreteria della Commissione d’esami al numero telefonico 0736/277906 (referente: sig.ra Andreina Ducci) o consultare il sito internet www.provincia.ap.it alla voce “in evidenza”.

PROVINCIA DI ASCOLI/ TASSOTTI: CRISI? DALL’ASTERIA ALLO YOGA I REGALI DI ROSSI

ASCOLI PICENO – “Si resta profondamente sconcertati del come, a fronte di una crisi economica ed occupazionale che da quattro anni sta impoverendo progressivamente le famiglie della nostra provincia, creando situazioni di disagio non più sostenibili, la Giunta comunista capeggiata dal presidente Massimo Rossi spenda il denaro dei Piceni in una miriade di contributi sparsi ovunque. Non vogliamo fare commenti, basta un parzialissimo ma significativo elenco tra quelli elargiti solo nel 2008 ancora in corso”. Lo afferma Raffaele Tassotti, consigliere provinciale di minoranza e segretario provinciale della Democrazia Cristiana per le Autonomie.“Ecco – prosegue Tassotti della Dca-Pdl - alcuni dei contributi: 10mila euro per l’“Ospedaletto per il recupero della fauna selvatica in difficoltà” (forse gli animali che chiedono asilo politico all’apertura della caccia?) di Spinetoli; 12mila euro alla Fondazione “Progetto Città e Cultura” di Porto S. Elpidio per partecipare ad una fiera di calzature in India; 10euro all’Unione Comuni Vallata del Tronto per il progetto “A scuola di cinema”; 3500 euro alla Cna per un corso di formazione su “La comunicazione e le metodologie e le tecniche attraverso le quali si pianifica una campagna di comunicazione” (!); 9mila euro per le celebrazioni del decennale di fondazione della società Asteria, come se non bastassero gli ingenti contributi annuali e gli aumenti di capitale dispensati dalla provincia; 3500 euro all’Associazione “Radici Migranti” per un progetto interculturale denominato “Nessun uomo è un’isola”; 2mila euro all’Associazione Culturale “7 – 8 chili” di Offida per uno spettacolo teatrale; 1500 euro all’Ass. “Farsi Prossimo” di Fermo per una mostra fotografica e un convegno sul problema della casa; 1500 euro per una pubblicazione “Sul bosco del cugnolo”; 2mila euro all’Associazione “Il cielo sopra Berlino” di Porto S. Giorgio per uno spettacolo teatrale; 6mila euro all’Associazione “I vicini di quartiere” di Porto S. Elpidio per un progetto intitolato “Toc toc…prove tecniche di buon vicinato”; 2500 euro alla Cooperativa Sociale “Dimensione Natura” di Amandola per seminari su “shiatsu, pulizia dell’aura, yoga, agopuntura ecc., lezioni di cucina e raduno di cavalieri (a cavallo)”; mille euro al Centro di Cultura Islamico di Fermo per un concerto del cantante marocchino Rachid Gholam e potremmo continuare”. “Se poi si andasse a leggere le carte degli anni passati – conclude l’esponente del partito dell’attuale Ministro del Governo Berlusconi, Gianfranco Rotondi, ci sarebbe da restare allibiti. Gli attuali amministratori vanno avanti tranquilli, tanto il cittadino comune queste cose non le sa!”

“SPOT TELEVISIVI DI SPACCA CON I FONDI EUROPEI PER LA FORMAZIONE”. CASTELLI: “SUPERATO OGNI LIMITE TOLLERABILE”

di GUIDO CASTELLI*
ANCONA - In questi giorni il faccione del Presidente della Regione, allietato dalle note dell'inno delle Marche, campeggia in uno spot televisivo irradiato dalle emittenti locali marchigiane. L'inserto televisivo che vede protagonista Gian Mario Spacca è dedicato alle problematiche delle politiche del lavoro. Il Presidente, nel corso del messaggio, decanta le performance dell'ente che presiede sul piano sociale e del lavoro. Il tono è rassicurante. L'eloquio persuasivo. Spacca sembra un nonnino di Fabriano che, nella pace domestica magnifica, le virtù del proprio nipotino preferito. “Ogni scarrafone”- si sa - “ è bello a mamma sua” e, proprio per questo motivo, non mi sono particolarmente indispettito nell'assistere a quest’esibizione mediatica del nostro governatore. Il mio composto disappunto, tuttavia, si è trasformato in sconcerto nel momento in cui gli ultimi fotogrammi hanno indicato il “produttore” del filmato: il Fondo Sociale Europeo. Ebbene si: lo spot pre elettorale di Spacca è stato realizzato e diffuso con i fondi del Fse, il programma di sostegno comunitario finalizzato alla soluzione dei problemi del lavoro ed in particolare alla formazione dei lavoratori. In sostanza la Giunta Regionale ha utilizzato le risorse che, nell'ambito del Fse, sono destinate alla promozione dei corsi ed alla pubblicazione dei vari bandi. L'unica (mefistofelica) differenza è che ad essere comunicata non è la notizia riguardante la possibilità di partecipare al corso per tornitori o per elettrotecnici ma quella relativa alla propaganda politica di Spacca. E' legittimo tutto ciò? Penso proprio di no ma a scanso d’equivoci ho contattato l'euro-parlamentare di An, Francesco Foglietta, affinché presenti un’interrogazione a Bruxelles diretta ad accertare la congruità di un simile utilizzo dei fondi Fse. Per parte mia, ho depositato un interrogazione regionale di cui spero possa ottenere risposta con la massima celerità. Non vorrei che la prossima primavera la campagna elettorale amministrativa del PD possa essere sostenuta dal Fondo Sociale Europeo.
*consigliere regionale

venerdì 3 ottobre 2008

ASCOLI PICENO/ AL VIA LE GIORNATE DELL'ARTE

ASCOLI PICENO - Fin dalla prima edizione, nel 2004, la Confartigianato UAPI sostiene la Fondazione Città Italia nel suo progetto di tutela del patrimonio artistico italiano. La collaborazione tra Confartigianato Uapi e Fondazione Città Italia ha come obiettivo quello di garantire il recupero di opere d’arte a rischio, ma anche la salvaguardia di un’arte/mestiere che passa attraverso le botteghe artigiane quali fucina di idee, memoria ed abilità. Domenica 5 ottobre, alle ore 16.30 presso la sala della Vittoria della Civica Pinacoteca di Ascoli Piceno, il Sindaco e le altre autorità presenteranno l'opera da restaurare. Si tratta della tela di Carlo Maratta “Ritratto di Papa Clemente IX" per la quale la Confartigianato Uapi sosterrà la raccolta di fondi da destinare al restauro.

giovedì 2 ottobre 2008

ASCOLI PICENO/ JUDO: LA DAMIANI ARGENTO ALL'INTERNAZIONALE DI FORLI'

ASCOLI PICENO - Ancora una medaglia per il Judo Cento Torri di Ascoli Piceno. Marta Damiani, vince la Medaglia d’Argento al prestigioso 12° Trofeo Internazionale di judo “Citta’ Di Forlì”. La nostra brava atleta questa volta cambia categoria di peso non più over 78 kg ma fino a 78 kg e va a medaglia, non agguanta il 1° posto solo per un soffio (koka). Non dimentichiamo che già nel 2003 e 2004 aveva conquistato il Bronzo negli over alle due finali del Campionato Italiano Juniores. Impegnata con gli studi universitari prima ad Ascoli poi a Ravenna, ha dovuto e deve gestire i due impegni con alti e bassi nonché con grossi sacrifici. Vista la sua bravura ed anche la sua giovane età, però, ci auguriamo di vederla sempre di più sul podio anche nella nuova categoria di peso.

SANT'ELPIDIO A MARE/ ENOGASTRONOMIA: MARTEDI' LE PESCHE DELLA VALDASO AL TRAGUARDO

SANT'ELPIDIO A MARE - Si conclude, con il mese di settembre, la terza edizione del premio enogastronomico "Le Pesche della Valdaso in cucina", organizzato dal GalPiceno in collaborazione con l'Associazione Sommelier Ais Marche, la Fic, Federazione Italiana Cuochi della Provincia di Fermo, lo Slowfood Valdaso del fiduciario Ugo Pazzi, e l'Associazione Valdaso, l'Associazione albergatori della Provincia di Fermo. L'iniziativa ha visto il coinvolgimento degli operatori del settore dellaristorazione (ristoranti, agriturismo, country house, catering, ecc) delle province di Ascoli Piceno e Fermo, i quali hanno elaborato un piatto o un'intero menu che prevede come ingrediente "obbligatorio" le pesche della Valdaso, in abbinamento con un vino locale. Il piatto o il menu a base di pesca é stato proposto durante i tre mesi estivi da ciascun ristorantenell'ambito della propria normale attività, per almeno un giorno a settimana. In questo modo, turisti e appassionati hanno avuto modo, in maniera del tutto libera, di assaggiare le ricette proposte. La giuria chiamata a proclamare il vincitore ha visitato i vari ristoranti aderenti, e degustato i piatti proposti, indicando i finalisti, uno per ogni tipologia di portata. Ed é così che, per gli antipasti, é risultato finalista il ristorante Emiro di Porto San Giorgio con le "Alici né cottené crude con pesca aromatizzata alla mentuccia" abbinate a un vino Passerina 2007 dell'Azienda Agricola Santa Liberata. Per la categoria 'primi' finalista il ristorante Orsolina di Fermo con degli "Gnocchetti dipatate ai gamberi con dadolata di pesche stufate al marsala" abbinato a un vino Euoé Doc Passerina dell'Azienda Agricola Ciù Ciù. Il secondo finalista é invece l'agriturismo La Meridiana di Moresco con degli "Stru'alla pesca" accompagnati da un Rosso Piceno dell'Azienda Castello Fageto con delle pesche. Per la categoria dessert, è risultato finalista il ristorante La Botte di Stracci Katia con la "Mousse di semolino concomposto di pesche della Valdaso" in abbinamento al vino passito Anima Mundi 2007 dell'Azienda Agricola Colli Ripani. Tutte le ricette segnalate possono tuttora essere degustate a richiesta presso i ristoranti a un costo variabile dai 5 agli 8 euro. Ci sono anche ristoranti e/o agriturismo che hanno proposto menù completi, tutti dagustare. La serata finale, con la dovuta cerimonia di premiazione, si terrà Martedì 7 ottobre alle ore 20 presso l'Istituto statale di Istruzione Tecnica Professionale e Scientifica (Istituto Alberghiero) di Porto Sant'Elpidio, situato in Via Legnano. In questa sede verranno degustati i quattro piatti e saranno premiati i vincitori, con la consegna di attestati a tutti ipartecipanti e con riconoscimenti per le ricette presentate. La valutazione finale, per il vincitore assoluto, sarà poi effettuata sulla base del punteggio riportato dalla giuria nel corso delle serateitineranti, sommato al voto della giuria della serata di gala e della giuria popolare: quest'anno quindi anche i partecipanti non appartenentialla giuria potranno esprimere una valutazione da conteggiare nella media per la definizione del vincitore. Per riferimenti e informazioni rivolgersi a: Gal Piceno - Segreteria organizzativa, Viale Trento, 89 Comunanza . Tel e Fax: +39-0736-845.813 -Fax Alternativo: 0691272777 - Email: galpic@tin.it - info@galpiceno.it

ASCOLI PICENO/ DOMENICA ANTICHE RUOTE SOTTO LE STELLE

ASCOLI PICENO – Piazza Arringo farà da scenario alla manifestazione di auto e moto d’epoca che lo scorso anno riscosse un grosso successo. Torna ad Ascoli Piceno, dopo il successo riscosso lo scorso anno, “Motori sotto le stelle” organizzata dal club “Antiche Ruote”. Sperando in un cielo terso e stellato, che darebbe a questa manifestazione quel qualcosa in più, dalle ore 16, in Piazza Arringo saranno esposte tutte quelle auto e moto cosiddette “datate” ma che celano un fascino che appassiona sempre di più giovani ed adulti. Quella di domenica 5 ottobre - spiega il presidente del Club Antiche Ruote Raniero Ciani - sarà la seconda edizione. Lo scorso anno, abbiamo riportato un grosso successo, con oltre 90 tra auto e moto storiche in esposizione appartenenti ai nostri soci o ai simpatizzanti del club. Voglio ringraziare sin d'ora l'Amministrazione comunale di Ascoli Piceno, la Provincia e le Forze dell'Ordine per tutto quello che stanno facendo per la buona riuscita della simpatica e colorata manifestazione". Dalle ore 21, la conviviale di tutti i soci, con la presenza del direttivo composto dal Presidente Raniero Ciani, dal vice presidente Severino Luchetti, dal tesoriere Agostino Mercatili, dal responsabile della manifestazione ascolana Luigi Odoardi, dal cerimoniere Agostino Di Esposto. Tra gli argomenti, il bilancio annuale delle manifestazioni fatte. Un bilancio quello del 2008 molto positivo con oltre 20 manifestazioni tra cui spiccano il Raid Ascoli - Atene in 500, il Tour dell'Andalusia, che ha toccato Barcellona, Granada, Siviglia, Cordoba, il 7° Giro delle Città Medievali, il 3° Trofeo Raid Dei Monti Della Laga.

CONDOGLIANZE A MARCELLO IEZZI

The first page PressOff esprime al caro amico e collega Marcello Iezzi le più sentite condoglianze per la perdita dell'amata madre. La signora Elva Fabioneri è scomparsa nella mattinata di giovedì 2 ottobre all'età di 80 anni. I funerali si terranno alle ore 16.00 di venerdì 3 ottobre presso la Basilica di San Benedetto Martire.

mercoledì 1 ottobre 2008

APPIGNANO DEL T./ DOMANI ARRIVA IL FILOSOFO ANDREA TABARRONI


APPIGNANO DEL TRONTO – Domani sabato 4 ottobre in Appignano del Tronto si svolgerà dalle ore 16 la presentazione del volume, a cura del professor Domenico Priori, degli atti del IV Convegno Internazionale su Francesco d'Appignano, svoltosi lo scorso anno. Ad illustrare il volume è stato chiamato il professor Andrea Tabarroni (nella foto), preside della Facoltà di Filosofia dell'Università di Udine. Ai partecipanti sarà offerto dall'Amministrazione Comunale di Appignano e dal Centro Studi Francesco d'Appignano una copia in omaggio del volume. Il pomeriggio appignanese proseguirà con un interessante convegno sulla Storia della Medicina. La professoressa Romana Martorelli, dell'Università di Urbino parlerà del: Nascere nel Medioevo. Dal concepimento al parto. A seguire la professoressa Chiara Crisciani, dell'Università di Pavia: La medicina medievale e le promesse di lunga vita. Più vicino ai nostri tempi, secolo XIX, l'intervento del dottor Ermanno Ruffini, pediatra presso l'ospedale di Ascoli, che illustrerà la figura di uno dei pionieri della medicina sociale italiana, l'appignanese Ruggero Marchei.